vita da (Video) Frontaliers/sdoganami ‘sto pappagallo

28 01 2011





vita da (Video) Frontaliers/la turista francese

25 01 2011





vita da (Video) Frontaliers/la tecnica vincente

22 01 2011





vita da (Video) Frontaliers/terroristi a Bizzarone

21 01 2011





vita da (Video) Frontaliers/viva la Svizzera!

20 01 2011





qualcosa sta cambiando/la Svizzera di domani

24 11 2010

Vorremo parlarvi di questo, in un momento in cui il tema è caldo da queste parti e spiegarvi cosa succede, cosa ne pensiamo noi che questo paese lo amiamo fortemente, e non certo per il motivo per cui lo amano in tanti, e sempre più ultimamente.

Quella che vedete qui è la campagna del Partito Popolare Svizzero (Svp) contro l’immigrazione.
Nella prima foto si vede la Svizzera senza immigrazione, bellissima e immersa nel lago di Zurigo.
Nell’immagine successiva l’immagine del degrado da immigrazione.

Se vi è capitato di passare da queste parti avrete poi certamente visto l’iniziativa espulsioni:

e la campagna contro i frontalieri:

Sono immagini che fanno riflettere, e che, dobbiamo dirlo, rappresentano solo una parte di questo paese.
Il nostro punto di vista sulla questione è molto positivo.

Qualcosa sta cambiando, anche in questo paese, che si è tenuto solidamente stretto a sè stesso, a mantenere un luogo dove è possibile, tutto funziona e la vita è bella.

Ed è prima dei grandi cambiamenti, proprio in vista delle crisi che ci si tiene solidamente stretti ai propri valori, a difendere un territorio di pace.

L’immigrazione porterà in Svizzera un abbassamento della qualità della vita per tutti.
Il collasso delle certezze che tanto amiamo, che è stato uno dei motivi che ci hanno fatto scegliere di venire qui.

Dall’altra parte la mentalità dovrà aprirsi, prendere posizione, passare dalla neutralità della distanza all’affermazione di quello che si è.

Ripensare il paese, combattere prima (chi diceva che gli Svizzeri non combattono, si stava sbagliando) e accettarlo poi.

Questo è il nostro sentore, per cui ben accogliamo campagne che invitino le persone a prendere una posizione, perchè il senso della rivoluzione comincia da qui.

Dalla posizione di Antonio, che è anche la nostra, sulla Svizzera che verrà.





trovare lavoro in svizzera prima di tremonti/siam gente educata

27 11 2009

che, come dire, quando c’è da ringraziare, ringrazia.

Ringrazia d’aver passato il confine, per leggere sconcertatamente dal Corriere del Ticino che tale Tremonti andava sbilanciandosi e non di meno inciampandosi, ignorandoci, con affermazioni ch’indignano, su come i ticinesi siano tutti mafiosi, e che fosse per lui manderebbe l’esercito qui da noi, a fare cosa poi, ci domandiamo, che come ben sappiamo son proprio i primi a chiamar primi i secondi.

E poc’importa poi, che in 55.000 siam sulla frontiera a guadagnarci pane e bene, che le tasse poi in italia le paghiamo lo stesso, che venga lui a prender freddo tutte le mattine da queste cime.

Silenziosamente vergognamo per tanta arroganza dal Bel Paese e sentitamente ringraziamo, di non farne quasi più parte.

Danke vielmal, babe.

(Sappiatene di più)








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: