le suggestioni non richieste/andare alla conferenza più cool della stagione/a Ginevra

2 02 2011

Per essere aggiornati sulle tendenze attuali ed emergenti in fatto di digital technologies, online communities, social media and casual games. Per fare un giro a Ginevra, darvi una bella botta di idee e network, e stare come noi, always on.

LiftConference 2011 è appena iniziata, e ci terrà impegnati fino a venerdì sera. Se non lo sapevate godetevi le foto che pubblicheremo in questi giorni e rimanete sul pezzo per il prossimo anno.

Au revoir! 😉

Annunci




le suggestioni non richeste/essere nuovi a Zurigo

31 01 2011

Se vi siete trasferiti a Zurigo da poco e non sapete come farvi nuovi amici, trascorrere qualche serata in ottima compagnia e iniziare a capirci qualcosa di svizzero tedesco, ecco che questo post fa al caso vostro.

Quello che vogliamo fare qui, infatti, è proporvi alcuni gruppi da seguire per fare un po’ di attività interessanti che vi porteranno rapidamente a conoscere gente del posto, o trasferitasi o quello che vi capita ma che comunque è già qualcosa.

Di gruppi in una città come Zurigo ce ne sono tanti, ma abbiamo cercato di selezionarne alcuni tra i più attivi e altri tra i più insoliti per cercare di toccare diverse attività che potrebbero interessarvi.

Iniziando da quello che più si avvicinerà alle vostre esigenze vi proponiamo ExpatDay Swityzerland che si sbilancia subito con le promesse  e vi accoglie con un we promise to make your SUNDAY to a FUNDAY with ACTIONS and ATTRACTIONS…:-)

A seguire, se volete conoscere altri Expat, ci sono gli eventi del gruppo di InterNations Zurigo che è molto attivo con svariati eventi a settimana.

Sempre sulla stesso onda, perfetto per ampliare il network, fare quattro chiacchiere e un aperitivo dopo l’ufficio c’è Zurich International Afterwork Drinks&Networking, con il prossimo aperitivo in calendario questo mercoledì alle 19:00. Non da meno, per i giovani professionisti il gruppo Metropolitan Mixer, che al momento non ha un MeetUp fissato ma potete proporne voi (fatelo subito, una discussione nasce da una parola).

Se invece all’aperitivo preferite una cena fuori potete orientarvi su Dining Out Zurich.

Siete gente da libri? Allora prenotatevi per lo Zurich Book Club, per il prossimo 23 febbraio.

Vi annoiano i libri e preferite i tamburi? Ecco lo Zurich Drum Circle, la cui missione è riunirsi una volta al mese, fare musica e sperimentare l’energia di un sacco di tamburi che suonano insieme (ammirabilissimo tra l’altro).

Siete come noi gente da montagna, escursioni, pattinate sul ghiaccio e week-end di trekking? Attivissimo, organizzato ed entusiasta, il gruppo Zurich Hike and Outdoor vi propone diversi eventi a settimana. Guardate le foto degli eventi e morirete dalla voglia di partecipare. Danno anche lezioni di sci e pattinaggio sul ghiaccio gratis.

Non avete nessuna particolare passione, ma volete solo farvi nuovi amici?

Iscrivetevi a Zurich Meetup e Zurich Socialising e iniziate da subito a smettere di annoiarvi davanti al computer.

Buon divertimento!





conoscere gente dal mondo (a Lugano, Zurigo, Ginevra e Berna)

26 01 2011

e non solo, con InterNations, la community online di persone che vivono all’estero e pensano global.

Il network, fortemente basato sulla fiducia e accessibile tramite invito o request, si basa sull’idea di mettere in contatto persone che si sono trasferite all’estero con altre persone nella stessa condizione, di costruire rapporti, amicizie, opportunità di lavoro.

La lingua parlata è chiaramente l’inglese. In Svizzera, i gruppi InterNations li trovate a Lugano, Zurigo, Berna e Ginevra.

Noi vi consigliamo di iscrivervi, e, se siete a Lugano, di partecipare alla serata di mercoledì 9 febbraio, a partire dalle 19:30.

Per farlo, registratevi subito all’evento.





le suggestioni non richieste/nuove leve cercasi per serate english speaking a lugano

21 01 2011

Qualche post fa vi abbiamo parlato del Lugano English Speaking Group, che si riunisce un venerdì di ogni mese per parlare inglese e conoscere nuove persone. Per quelli come noi, che quasi sempre il venerdì sera partono per Zurigo o Grigioni, partecipare non è sempre facile.

Quello a cui abbiamo dato vita ieri sera, insieme ad altri ragazzi del posto, è un meetup informale che si riunisce quando ha voglia e si organizza spontaneamente, in settimana, per spezzare la routine, ridere tantissimo e praticare un po’ di inglese.

Dopo la splendida serata di ieri, adesso siamo alla ricerca di nuovi entusiasti, english speaking, open-minded e di ogni nazionalità, per fare crescere il gruppo e dare vita a eventi sempre più interessanti, che possono spaziare dalla raclettata al pattinaggio sul ghiaccio, alla gita in montagna.

Se volete essere dei nostri, e ci farebbe molto piacere, scriveteci dove vi pare, ma scriveteci, e proviamo a rivivere insieme quello che adesso vi sembra solo un lungolago.

Vi aspettiamo! 🙂





le suggestioni non richieste/essere nuove a Lugano (e non solo)

20 01 2011

e avere voglia, come noi, di conoscere un sacco di gente nuova e interessante, con cui parlare quelle quattro o cinque lingue che vi piacciono, partecipare a una cena, un torneo di tennis o golf, una serata di cucina internazionale, un pomeriggio al museo, una gita in montagna.

Succede a Lugano, e in altre svariate località, con l’International Women’s Club of Lugano (IWCL), fondato nel 1988 in questa piccola quasi capitale del Canton Ticino.

La prossima serata è martedì 25 gennaio, alle 19:30, all’Osteria Penel.

Iscrivetevi per partecipare, e, ci vediamo lì. 😉





le recensioni non richieste/come nel 1932, vivere Picasso a Zurigo

7 01 2011

Pablo Picasso – L’italienne 1917

Se c’è un evento (e c’è) che in nessun caso potete perdervi quest’anno è senza dubbio l’esposizione di Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo. Non ve lo diciamo per passarvi il primo evento di cui tutti parlano nei dintorni, ma vogliamo piuttosto raccontarvi il nostro emozionante pomeriggio tra una 70ina di opere provenienti dalle collezioni di tutto il mondo.

Iniziamo subito col dire che ci siamo andati un lunedì, unico giorno in cui il museo è chiuso. Avremmo dovuto capirlo già da fuori, considerando che per questa esposizione c’è una coda impressionante. Tutti ci vogliono andare.

E c’è un motivo. L’esposizione attuale, che trovate fino al 30 gennaio, è la stessa, prima esposizione del 1932, con le opere selezionate dall’artista. All’ingresso trovate ancora il cartellone originale di più di 70 anni fa.

Quello che non avrete più occasione di rivedere, se vi perdete questa mostra, è come l’artista vi avrebbe guidato all’interno delle sue opere, come un percorso personale arricchito di dettagli della sua vita e contaminazioni che vi porteranno a comprenderlo e collocarlo nel suo mondo interno, con le sperimentazioni e la ricerca costante che lo ha caratterizzato.

La sensazione, percorrendo i corridoi, è che l’artista abbia cercato tutto, e tutto abbia vissuto intensamente, analizzando e scomponendo la realtà, fino a tirarla fuori e riportarla su tela.

Lo sentirete addosso, come l’abbiamo sentito noi, soffermandovi a lungo sulle opere, ascoltando la lunga narrazione offerta (l’audioguida nella vostra lingua è compresa nel prezzo, richiedetela al bancone accanto alla biglietteria). Su alcune tele, dobbiamo ammetterlo, ci siamo commossi, ci siamo seduti, abbiamo pianto dall’emozione.

Il percorso inizia con il periodo blu, per passare (e qui si vedono i passaggi più importanti) al periodo rosa, alle sculture, poi alla nascita ed evoluzione del cubismo, la vicinanza con la pittura primitiva, la fase mondana e classicista, la vicinanza al surrealismo.

Sono tanti i soggetti dedicati all’analisi del rapporto (anche erotico) tra modella e artista, e all’amore di Picasso, Marie-Thérèse Walter.

Vi impressionerà, crediamo, il ritratto del piccolo Paulo con cappello bianco, poi L’italienne, La cinture jaune, la Melancholie, Les misérables, la Jeune femme en chemise, e tutte quelle appartenenti alla fase cubista.

Per questo vi consigliamo di non aspettare.

Quello che vi proponiamo è un pomeriggio intenso, pieno di emozioni e riflessioni. Con soli 22 CHF per il biglietto intero e 14.50 CHF per il ridotto. Al termine poi potete anche acquistare il catalogo, per solo 55 CHF.

Aspettiamo di sapere cosa ne pensate, che emozioni ha suscitato in voi.

Per il viaggio, il nostro consiglio è di organizzarvi con Zurigo Turismo o con B&B.ch. Oppure di andare a un bed&breakfast molto particolare, per amatori, dal prezzo abbordabilissimo.

Potete contattare il prorietario:

Franz RUEB
Limmatstrasse 184 / D 36
CH-8005 Zürich (ZH)

T +41 44 271 75 67
M +41 79 798 05 83

Ah, mandateci una cartolina con il vostro quadro preferito, ci piacerebbe organizzarci in sala una splendida collezione di emozioni private.





il digitale a Zurigo

22 11 2010

Se siete come noi, che nel mondo digitale ci abitiamo buona parte del nostro tempo, e volete fare un giro nel digitale nordico (nordico q.b.) tra spunti e riflessioni su come il digitale ha cambiato e soprattutto cambierà la nostra vita,  è arrivata l’ora di muoversi verso «Home – benvenuti nel mondo digitale» all’interno del programma  GameCulture di Pro Helvetia. La mostra è un concentrato di spunti, workshop, messaggi multimediali e laboratori da non perdere.

Se invece siete innovatori, avete idee, proposte e non vedete l’ora di discuterle con altri come voi (e magari siete tra i follower dell’Hub di Milano) è il momento di partecipare agli appuntamenti di The Hub Zürich, nato la scorsa estate e ricco di eventi da non perdere.

Sempre sulla stessa onda le proposte continuano con i Creative Mornings che a Zurigo avvengono nei migliori caffè al mattino presto, per iniziare al meglio la giornata con nuove conoscenze, idee e ottimi dolci.

Se invece non avete trovato quello che cercavate, provate su Tech Up, il luogo migliore per trovare tutti gli appuntamenti tech in Svizzera.

Se (come a noi) vi piace la fotografia, e più che mai la fotografia social, (e noi che organizziamo i Photowalk italiani ne siamo esperti), il nostro vivissimo consiglio è di seguire il gruppo di Photowalker Svizzeri, che di appuntamenti interessanti ne organizzano in tutto il paese e vi vizieranno anche con uno shop. Tra l’altro la maglietta rossa con fotocamera è opera di Alice, la nostra scoppiettante coinquilina.

Se poi vedete che il giro vi piace e volete condividere le foto con altri appassionati, imperdibili sono i ZüriFlickrDrinks, che il prossimo è mercoledì, appuntamento alle 18:30, alla Polyterrasse.

Non mancate!








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: