le cronache chiare/mathias+nina

24 02 2010

Erano sopra Zurigo quando successe.

Lo sentì lui, lei dormiva, completamente poggiata sulla sua spalla, con l’espressione sul viso di chi ancora conosce, il dormire pesante del senza pensieri, la tranquillitudine.

Successe in un attimo ch’era in altri pensieri, irreversibilmente perduto nei conti da pagare, le faccende di domani, l’ingerenza degli altri.

Sentire quella piccola testa sulla spalla, il profumo del balsamo che lei non sapendolo gli spargeva alle spalle, a fine serata e al termine, delle attese pazienti per le parti restanti.

Fu allora, che trovandosi in coda lo sentì pur più forte, degli altri, e guardandosi intorno dovette accettarvi d’esservi solo, che altruni se c’erano si trovavano inconsciamente presi dai propri sonni.

Mathias si trovò distintamente sdraiato dentro le proprie paure, al sobbalzo inatteso che l’aereo spostandosi in vuoto scaricò su di lui, e su di lui solamente.

Fu allora, soltanto allora che che ebbe ad ammetterlo, che in fondo preferiva morirne per sbaglio che sopravviverle in solo.

Berlino-Zurigo, 22 febbraio 2010.

Annunci

Azioni

Information

One response

15 03 2010
Marcello

E’ sempre un piacere leggerti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: