oh che bel castello marcondirondirondello

8 05 2008

Se siete arrivati fino qui siete davvero dei nostri. Tra l’Italia e il momento in cui vi convertirete all’inconfondibile bellezza del territorio elvetico con imbarazzanti mangiate di cioccolata a mo di scoperta dell’America non manca poi molto. Siamo pronti ragazzi. Pronti a scoprire quella che molti chiamano niente e che io chiamo il cucuzzolo del mondo. Bellinzona amici vi spaventerà e ne cadrete subito inciampando nei suoi castelli innamorati. Succede che pensavate di averne visti di castelli eh voi giramondo di tutte le migliori periferie con specializzazione in medioevo e spiedinerie retrò. E invece ci capitate per caso qui e mica ve ne accorgete. No no, lui vi capita davanti tra il chiaro e lo scuro e voi vi sentite assaliti dal terrore di scoprirvi piccoli come una nocciolina. La bellezza di Castelgrande non è nulla di confrontabile ed è inutile provarci. Siete in piazza, ci sono poche persone e tira un po’ di vento, a ore sei svetta la Migros che in Svizzera possiede i tre quarti del commercio e in Italia il vostro portafogli. La Migros è una di quelle cose cui sarete eternamente devoti per le certezze che riesce a vendervi in promozione speciale. Abbozzate un sorriso e vi fate coraggio che i locali qui son proprio locali e vi sgamano subito. Sorridete con discrezione. Funziona sempre. Fate ancora qualche passo. Eccolo lì il tremore che vi pervade e cercate una panchina per recuperare le forze. No, non cercatele davanti, le panchine le avete lasciate alla vostra sinistra ma presi dal motoaluogo non ricordate più nemmeno il vostro nome. Adesso respirate e riprovateci. Alzate lo sguardo lentamente. E’ lì, arrampicato sulla roccia come una lucertola al sole. No non potete toccarlo ma potete entrarvi. Castelgrande vi accoglierà in un abbraccio da cui non potrete più realmente separarvi. Vi indicherà Montebello e poco più su Sasso Corbaro mentre voi ancora non vi spiegate come avete vissuto finora senza quel venticello che vi sospinge un po’ più su il desiderio verso il cuore. Seduti sul suo prato accanto a quel piccolo pesco scoprirete che cercavate una gita all’aria aperta e avete trovato voi stessi.

Annunci

Azioni

Information

4 responses

9 05 2008
PICCHU

Ecco, oramai la mia nuova guida turistica non si sa mai che non espatri in Svizzera

9 05 2008
sposareunosvizzero

Se vuoi ti ci accompagno come guida ;0) sempre un piacere =o)

29 08 2008
elena

Ecco, mi torna quasi tutto, tranne il venticello… A me pare che sia sempre un gran vento.. 🙂 bellissima comunque.

30 08 2008
sposareunosvizzero

sì, ma poeticamente parlando l’insopportabil vento si tramuta in piacevole venticello… i miracoli della poesia… ;o)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: